viaggioEstate, tempo di viaggi e vacanze. Certo, il problema economico è sempre più rilevante, ma molti non ci rinunciano ugualmente. E qui nasce la prima questione: giusto fare sacrifici per permettersi una vacanza, molto meno logico pagarle a rate e indebitarsi perché altrimenti ci si sente nessuno e
degli esclusi sociali.
D’altronde, i nostri antenati erano nomadi e anche a noi cercare la varietà ed esplorare vie- ne naturale. Ma, allora, in un villaggio vacanze con uno che fa giocare gli adulti come fossero bambini e dove ritrovi le stesse persone che già frequenti tutto l’anno, che senso ha?
Viaggiare rende felici, apre la mente. Percorrere luoghi sconosciuti, degustare altri cibi, imparare anche solo qualche parola di un’altra lingua, sono attività che migliorano carattere e cervello. Quando si visitano luoghi, si esplorano spazi, questi ci appartengono, diventano parte di noi, meglio forse vacanze brevi, di qualche giorno, ma ripetute, che una sola vacanza lunga. Viaggiare è confrontarsi, scoprire ma anche rispettare le culture e la natura. Ridicoli quelli che, frustrati evidentemente dalla loro vita, ricercano l’ebbrezza di vacanze pericolose per sentirsi qualcuno. Hai nuotato fra gli squali disprezzando il casalingo Mar Ligure? Bene, ma se arrivi senza una gamba non piango. Sei andato a ficcare il naso e fotografare fra terroristi e scenari di guerra? Se ti rapiscono, perché mai tutti i comuni connazionali che tu trovavi tanto banali nei loro viaggi dovrebbero pagarti il riscatto?
Insomma, si può scoprire un mondo anche poco oltre le porte di casa, bisogna sapere osservare, stupirsi, godere di quanto incontriamo.
Il viaggio e la felicità non si misurano in chilo- metri ed eccentricità, ma in piacevoli sensazioni personali.
Infine, perché non valutare, magari dopo una bellissima vacanza, che dove abitiamo è comunque un Paese ed un luogo straordinario per viverci. E allora facciamo anche qualche cosa per il nostro Paese, perché se tutti avessero solo viaggiato e fatto niente, a parte le bellezze naturali, ci sarebbe niente da vedere in giro per il mondo.

Annunci